• Definizione di adeguati protocolli analitici per materiali regolamentati in modo specifico (es: materie plastiche, carta e cartone, vetro, ecc.)
  • Valutazione della rispondenza alle liste positive delle sostanze impiegate nella produzione di materiali regolamentati in modo specifico (es: materie plastiche, carta, gomma, etc.)
  • Valutazione della rispondenza dell’etichettatura alle norme vigenti
  • Valutazione della dichiarazione di conformità rilasciata dai produttori/rivenditori, per dimostrare l’idoneità al contatto con gli alimenti nel rispetto delle buone pratiche di fabbricazione
  • Predisposizione di un efficace sistema di rintracciabilità di questi materiali in ogni momento da chi si sono acquistati ed a chi sono stati eventualmente ceduti
  • Predisposizione di un idoneo sistema di stoccaggio e conservazione di tali materiali sotto il profilo dell’igiene alimentare
  • Predisposizione di Piano di Autocontrollo individuando correttamente tutte le sostanze tossiche che possono rappresentare un rischio di migrare all’alimento, secondo i principi del sistema HACCP.