– test di lisciviazione:
• As, Ba, Cd, Cr totale, Cu, Hg, Mo, Ni, Pb, Sb, Se, Zn, Cloruri, Fluoruri, Solfati, Indice Fenolo, Carbonio Organico Disciolto (DOC), Solidi Disciolti totali (TDS)– composti organici:
• Solventi organici, fra cui aromatici BTEX e clorurati
• Idrocarburi C <12
• Idrocarburi C >12
• Idrocarburi C10-C40

– l’analisi delle sostanze denominate POP (Persistent Organics Pollutants):
• PoliBromodifenileteri (PDBE),
• Acido Perfluorottano Sulfonato ed i suoi derivati (PFOS),
• Idrocarburi policiclici aromatici (IPA)
• Policlorodibenzodiossine e dibenzofurani ( PCDD/PCDF),
• Policlorobifenili (PCB) e PCB diossina-simili
• Pesticidi clorurati, fosforati e azotati

– ricerca amianto

– saggi eco tossicologici eseguiti secondo il Parere ISPRA/ISS del 29/09/2011, al fine di determinare la pericolosità o meno del rifiuto per la classe di pericolo H14:
• Determinazione dell’effetto inibitorio sull’emissione di luce del batterio Vibrio fischeri, prova di tossicità acuta a 5-15-30 minuti (analisi effettuate seguendo la norma UNI EN ISO 11348-3:2009)
• Prova di inibizione della crescita di alghe d’acqua dolce per mezzo di alghe verdi unicellulari, prova di tossicità cronica a 72 ore (analisi effettuata seguendo la norma UNI EN ISO 8692:2005.
• Determinazione dell’inibizione della mobilità della Daphnia magna, prova di tossicità acuta a 24 e 48 ore (analisi effettuata seguendo la norma UNI EN ISO 6341:1999).